La DIPENDENZA del NARCISISTA è davvero tale? ⛓ NARCISISMO e LOVE ADDICTION

La DIPENDENZA del NARCISISTA è davvero tale? ⛓ NARCISISMO e LOVE ADDICTION


10 comments

  1. Tutti siamo dipendenti in una qualche misura, della considerazione del mondo esterno nei nostri confronti. Ma per il narcisista ( e anche per il borderline ed in genere tutti quei disturbi di personalità che tengono gravi ferite nell'autostima ), questa è assolutamente vitale. Togliete il "pubblico" a un narcisista e la buona presunta opinione che costui ottiene dal medesimo e lo avete letteralmente fatto a pezzi, lasciandolo da solo di fronte a se stesso, ovvero una totale nullità. E' questa la vera dipendenza di un narcisista: il pubblico, l'esterno e la relativa buona opinione che ne consegue.

    Purtroppo però, almeno per quanto concerne i narcisisti di "alto rango", questa eventualità è quasi impossibile, in quanto costoro si sono corazzati negli anni con una o più abilità ( sociali e/o professionali che siano ), decisamente ben sviluppate e affinate e difficilmente – almeno in un qualche ambito ove tali abilità si esprimono – ottengono dissensi, isolamento e umiliazioni. Un abile chirurgo, potrà venir screditato nella sfera affettiva, ma nel suo lavoro otterrà sempre un' enormità di feedback positivi, che faranno da scudo compensatorio a tutto il resto e attraverso i quali si sentirà "protetto".

  2. il narcisista arriva a condizionare anche il pensiero delle persone! tanto che il suo modo di pilotarti la mente sembra innescare una telepatia nel codipendente. Sa quello che fai, ti condiziona, ti conosce meglio di te stesso. C'è una sensazione di telepatia e previsione di azioni. A me è capitato purtroppo! c'era una simbiosi totale! io sapevo ed avvertivo già prima che accadesse l'arrivo di un messaggio o di una sua telefonata !

  3. Cara dottoressa, questo video è importantissimo! Il raggiungimento di una autonomia, ma non dal narcisista, è quello sul quale ho lavorato di più. Grazie mille di cuore ❤

  4. Video importantissimo! Grazie Dottoressa! La dipendenza affettiva è, soprattutto per le vittime abusate, la parte più difficile del percorso di risanamento e ristrutturazione della personalità! Il grande impegno che però comporta questo percorso, lascerà la vittima molto più forte e difficilmente manipolabile in relazioni successive!

  5. Al di là della dipendenza del codipendente, che è un po' causa del suo mal…vorrei dire che per il narcisista ed in particolare per la narcisista, più che le droghe o gli alcolici, è il sesso quello che crea maggiore dipendenza. Portano avanti relazioni parallele e pensano a consumare i rapporti come se fossero a digiuno da 10 anni. Per loro è un toccasana che riesce a sedare l'ansia. Sì, perché se il narcisista e la narcisista sono un po' immunizzati dalla depressione, non lo sono dall'ansia e ogni notte il loro disturbo gli presenta il conto lasciandoli dormire solo qualche ora….soprattutto quando gli anni cominciano a diventare tantini.
    Nella mia esperienza, ho notato che consumando un rapporto sessuale, riescono a rilassarsi ed a dormire decentemente fino alla nuova crisi di astinenza…Il giorno dopo!😁

  6. Sto notando, che la dipendenza affettiva, è vista, soprattutto dalle donne, come una montagna insormontabile. In realtà questo fa il gioco del narcisista, fintanto che non impareremo ad amarci e rispettarci saremo sempre sulla giostra, un dolore non può essere così forte da non vedere che la nostra vita va a rotoli.

  7. Chi li frequenta diventa dipendente perché più si fa schiavizzare, più produce ossitocina che, oltre ad essere l'ormone dell'empatia, è anche quello che lega nelle relazioni. Il narcisista produce piacere (dopamina) a schiavizzare la gente da cui dipende.

  8. Nessuno li ha mai amati, dopo un po' di volte che ripetete un'azione (ad es offrirgli il pranzo), l'inconscio poi va in automatico. Nelle relazioni, quando vi abituate a loro, il giorno che non ci sono è come se vi manca qualcosa, ma non è una scelta libera solo condizionata (abitudine negativa). Nel lavoro infatti, tutti festeggiano quando sono assenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *